LE ATTIVITÀ
> L’assistenza sanitaria
 
I malati di Distrofia Muscolare, a causa della progressiva immobilità, hanno anche delle esigenze di assistenza immediate.
 – la Uildm collabora con i medici locali e i centri specializzati di altre città, perr offrire ai malati consulenze specifiche e un costante supporto sanitario sostenendo eventuali spese
 – offre, alle persone diversamente abili e alle loro famiglie, assistenza psicologica per affrontare le problematiche legate alla grave situazione disabilitativa che li ha colpiti
 – promuove la partecipazione di medici ed operatori sanitari (neurologi, cardiologi, fisiatri, ecc.) a corsi di aggiornamento sulla patologia
 – partecipa alle riunioni dei Comitati Consultivi Misti dell’Azienda USL di Rimini
 
> La ricerca scientifica
 
Solo la sperimentazione scientifica può trovare una cura alle malattie neuromuscolari. É per questo che il suo sostegno è da sempre una delle prirità della Uildm.
Negli ultimi anni, la ricerca genetica ha raggiunto importanti traguardi grazie all’impulso dato da Telethon (la maratona televisiva finalizzata alla raccolta fondi per finanziare i progetti) che la Uildm volle introdurre anche in Italia nel 1990.
  – ogni anno la sezione Uildm di Rimini organizza a favore di Telethon, in contemporanea all’evento televisivo, iniziative di sensibilizzazione e raccolta fondi sul territorio
 
> La prevenzione
 
Dal momento che le Distrofie Muscolari sono malattie ereditarie, la prevenzione gioca un ruolo importante, sia per quanto riguarda l’identificazione dei portatori sani, sia per limitare l’insorgere dei disturbi nei malati e migliorare la loro qualità di vita.
 – la Uildm offre qualificata consulenza genetica per un’efficace prevenzione della malattia
 – è impegnata in una costante opera di informazione attraverso la diffusione della rivista “DM”, una tra le più autorevoli del settore
 – presta, inoltre, informazione legale e normativa con il Centro per la Documentazione Legislativa attraverso il sito www.Handylex.org
 
> L’impegno sociale
 
Muoversi in modo autonomo è il presupposto per una vita integrata nel tessuto sociale; mentre spesso alle persone diversamente abili, la mobilità viene negata a causa delle difficoltà di accesso ai mezzi di trasporto, agli edifici pubblici e privati, ai luoghi di ritrovo e svago.
 – la Uildm si fa carico del trasporto delle persone su sedia a rotelle grazie ad un pulmino attrezzato
 – realizza momenti di socializzazione organizzando soggiorni estivi e attività ricreative, importanti per chi è costretto in giovane età ad una scarsa autonomia personale
 – fornisce consulenza su ausili e soluzioni tecniche a supporto delle carenze d’autonomia
 – partecipa alla Commissione Barriere Architettoniche del Comune di Rimini
 

Share Button