Una persona colpita da Distrofia Muscolare ha gli stessi desideri, potenzialità e diritti delle altre persone: studiare, lavorare, divertirsi, sognare, scegliere, amare. Ma spesso non ha le stesse possibilità di vivere in modo pieno e completo. Affinché una persona diversamente abile possa ottenere libertà e autonomia è necessario abbattere tutte le barriere che la circondano: architettoniche, culturali e psicologiche.
 
L’ASSOCIAZIONE
L’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare (Uildm) nasce per combattere la distrofia muscolare (e le altre patologie neuromuscolari) e per migliorare la qualità della vita delle persone che ne sono affette.
Per questo, l’associazione è impegnata su un triplice fronte:
  1. quello dell’informazione sulla malattia e sui diritti delle persone che ne sono affette;
  2. quello della ricerca scientifica, per favorire la prevenzione e trovare una cura efficace;
  3. quello dell’integrazione sociale delle persone diversamente abili, attraverso l’abbattimento di ogni tipo di barriera
Dal 1968 la sezione Uildm di Rimini si occupa, con impegno costante, dell’assistenza ai malati e si batte per favorire il loro inserimento nella scuola, nel lavoro e nella società in generale. E’ aderente alla FISH (Federazione Italiana Superamento Handicap).


Share Button